Internet Explorer 10, a sentir dire è il browser del riscatto!

Negli ultimi anni, come ben sanno gli utenti , la presenza inizialmente schiacciante di Internet Explorer nel mercato dei browser ha lasciato il passo gradualmente a soluzioni alternative come Mozilla Firefox, Google Chrome, Apple  Safari, Opera ed altri browser minori. A causa dei retaggi di Internet Explorer 6 – che è rimasto sul mercato dal 2001 fino al 2006, anno di introduzione del successore IE7, ed oltre – i Web Developers hanno dovuto confrontarsi con i suoi limiti e la sua scarsa implementazione degli standard del W3C, complicando notevolmente lo sviluppo di frontend HTML/JavaScript in un mercato spinto da una forte evoluzione tecnologica.

Le novità

La prima cosa che salta all’occhio è l’eliminazione del supporto ai plug-in di terze parti sulla versione RT e Windows Phone di IE10. Un taglio netto con il passato che può sembrare eccessivo ma che delinea una tendenza comune (basti confrontare con mosse analoghe portate avanti da Safari e Chrome per dispositivi iOS e Android). Tale scelta, sicuramente non facile né indolore, è servita a tagliare di netto un’intera categoria di potenziali problemi di sicurezza che sono intrinseci nella struttura a plug-in di un browser. Analoghi tagli col passato sono stati introdotti nel supporto ai nuovi standard (o meglio “draft”) HTML5 e CSS3, anche se in questo caso è possibile “rievocare” il comportamento dei vecchi IE precedenti, per facilitare la transizione dei siti web verso le nuove tecnologie.

Vedremo anche in che modo i ragazzi di Microsoft sono riusciti a trasformare il leggendario mattone che era IE in un qualcosa di molto più fluido.

Attendiamo i risultati di questa novità microsoft!

Fonte: hwupgrade.it